San Valentino - chuckia

San Valentino – Ebbene, dilaniar cerbiatti per boschi in nome di Dioniso non è nel mio stile. Ma a parte questa bagattella, tutto di me fa pensare che sarei stata un’eccellente baccante. Cruelty free, con certificazione ICEA.

La debolezza della mia piccola ma decisiva parte umana, si piega davanti ad una qualsiasi festività che preveda addobbi, dolci a tema e colori specifici. Ero stata ingenua, da ragazzina. Quando dicevo che non avrei mai badato ad una ricorrenza obbligata di poco conto come San Valentino.
Ma basiamoci sui fatti: io sono una festaiola.

Insomma, non ambisco a ricevere un Trilogy di fine Ottocento, platino 950, della collezione Bridal Cartier, con tre diamanti grossi quanto tre piselli medi Valfrutta di giornata. Per un totale di due carati e mezzo. Per me è semplicemente una festicciola, come tante, che mi piace dedicare alle donne che mi circondano sempre.
La nonna, la mamma, l’amica.

Chiara